Presentazione Festival a Milano al Chiostro Nina Vinchi del Comune di Milano

Presentazione Festival a Milano al Chiostro Nina Vinchi del Comune di Milano

Grande Attesa per Armonie d’Arte Festival

presentato ieri a Milano al Chiostro Nina Vinchi del Comune da 2Cellos
(27 giugno) a David Garret (27 agosto) passando per Hiromy, la Carmen e la NUOVA SEZIONE del Festival dedicata alle ARTI VISIVE.

Milano, Armonie d’Arte Festival, il Chiostro del Piccolo Teatro che fu di Straeler e Ronconi, una serata deliziosa, piena di suggestioni e di entusiasmi. Ecco quanto accaduto ieri sera 13 giugno, protagonista la Fondazione Armonie d’Arte con il patrocinio del Comune di Milano, presenti e partecipi il presidente della Fondazione e direttore artistico del Festival Chiara Giordano, il dirigente del Comune Marina Messina, il direttore di Palazzo Reale Domenico Piraina.

Un video realizzato da Alfavideo produzioni sul Festival e sul Parco Archeologico di Scolacium a Roccelletta di Borgia-Cz, location del Festival, ha introdotto la serata incantando tutti per la bellezza delle immagini e il valore dei contenuti che raccontano 17 anni di Festival, di cui è stata presentata la diciassettesima edizione.

Il programma del Festival

Naturalmente innanzitutto il cartellone di spettacoli 2017, che sarà inaugurato il 27 giugno dall’unica data al Sud del fenomeno musicale mondiale che sono i 2CELLOS; che vede per il 29 luglio la nuova star del jazz Hiromi con l’unica data italiana oltre Umbria Jazz; prosegue poi il 4 agosto con la produzione della Carmen di Bizet con l’intensa voce di Lucia Bonfitto già International Awards della Lirica al Festival Pucciniano di Torre del Lago, proprio per il ruolo di Carmen e l’applauditissimo – in Turiddu al San Carlo di Napoli – Ignacio Encinas per Don Josè, con la regia di Sebastiano Romano e con le grandi opere scultoree, sorprendentemente in scena, di Gianfranco Meggiato; e ancora il 25 luglio l’Evento speciale “Canto alla bellezza” dedicato a Natuzza, la grande mistica calabrese capace di parlare a tutti cuori; e poi “L’Italia è fatta – scherzo tragicomico garibaldino” lo spettacolo su l’Italia e i suoi opposti che andrà in scena il 7 luglio; e per lo spazio come sempre dedicato all’immenso personaggio di Pitagora, “Pitagora BOX” il 9 agosto a Scolacium; e ancora, per il Focus dedicato al dialogo fra antichità e contemporaneità, “Odisseo – viaggio fra cielo e terra” , di e con Daniela Vitale e Paolo Cognetti.  E, tra molto altro, eccezionale chiusura con l’affascinante musicista crossover David Garrett il 27 agosto.

La nuova sezione delle Arti visive

Oltre agli spettacoli a Milano è stata presentata la nuova sezione del Festival dedicata alle Arti visive: una mostra di Francis Bacon dal titolo “Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell’uomo moderno”, dal 23 giugno al 10 settembre al Complesso Monumentale del San Giovanni, con 120 opere e dunque un’occasione di ampio studio sulla controversa arte di Bacon, di cui nell’elegante cornice milanese ha parlato la curatrice Giulia Zandonadi. Sempre per la sezione Arti visive è stata presentata la sezione dedicata al Parco archeologico Scolacium di “Mito fragile”, la mostra personale di Stefania Pennacchio, artista scultrice ceramista, che sarà allestita in autunno con la curatela di Lisa Hockemeyer, storica dell’arte e del design, organizzata dalla Fondazione Rocco Guglielmo e dalla Fondazione Armonie d’Arte. In occasione della presentazione milanese per Armonie d’Arte Festival 2017 il direttore artistico Chiara Giordano, sempre attento alla ricerca artistica e ai temi del dibattito culturale internazionale, ha voluto fortemente la presenza di Pennacchio, con la quale è impegnata in una rilettura contemporanea dei miti che il territorio calabrese con grande fascino ha espresso nei millenni. La Presentazione ed il vernissage si terrà il 22 luglio ore 19,00 al Parco Archeologico di SCOLACIUM.

Inoltre il Festival ha promosso una residenza d’artista con l’eclettica artista tedesca dalla creatività effervescente Cornelia Krafft, che oggi è impegnata in una video-mostra sui miti magno graeci di Scolacium che sarà inaugurata il 10 luglio, tra i molti altri appuntamenti tra cui si segnala anche la mostra fotografica di Dario Coletti rimandando per tutto il resto al sito www.armoniedarte.com.

L’anteprima dello spettacolo “Pitagora Box”

La serata milanese siglata “Catanzaro – Milano, non è un treno” si è conclusa con un’anticipazione dello spettacolo “Pitagora BOX” di e con Andrea Mazzacavallo in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci di Milano, e con l’accurata degustazione con Muscolo di Grano, presentato dal suo inventore Enzo Marascio, versatile e apprezzatissimo prodotto vegano inserito anche nella dieta del Milan. Ma ciò che ha caratterizzato più di tutto l’incontro é stata la riflessione sulla necessità  di dialogo e confronto sui temi della Cultura e dell’Arte tra sud e nord in modo tale da creare una visione e una consapevolezza unitaria dell’offerta del Paese, e sulla necessità  di sostenere con forza e continuità la bellezza e la positività  di realtà  come Scolacium e il suo Festival, rappresentando esse una ricchezza materiale e immateriale per tutti; in merito è stato appassionato  l’intervento di Chiara Giordano che ha raccolto non solo la condivisione entusiastica di tutti presenti, ma anche idee e vicinanze. 

Ad majora semper sempre si direbbe! 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *