Presentazione XVII edizione Armonie d’Arte Festival

Presentazione XVII edizione Armonie d’Arte Festival

Conferenza stampa

4 marzo 2017 – Parco Archeologico di Scolacium

Roccelletta di Borgia ( cz )

Presentazione XVII edizione

DUETS, il dialogo è il sommo bene (Socrate)

Si parte con il Tour mondiale dei

2Cellos

THE SCORE TOUR 2017

27 giugno a Scolacium

Il FESTIVAL è ideato e diretto dal suo esordio a tutt’oggi da Chiara Giordano, musicista napoletana da tren’anni calabrese d’adozione, che ha creduto nella magia di un luogo – il parco archeologico Scoalcium – che continua a stupire ed emozionare ogni volta gli artisti, il pubblico, i media, e gli stessi addetti ai lavori. Un luogo poetico ed evocativo, dove la storia si coniuga con la natura, in cui sembra che “il tempo passa e rimane “ ( da L’ultima notte di Scolacium, 2014 ) rappresentando la possibilità di una narrazione densa di memoria, di identità, ma anche di stimoli forti per il presente e futuro. Il Festival è realizzato dalla Fondazione Armonie d’Arte che è anche il concessionario dei servi al pubblico e dell’animazione culturale del Parco Scolacium.

<<ARMONIED’ARTEFESTIVAL per me che ne sono ad un tempo direttore artistico e ideatore, è come un figlio >> dichiara Chiara Giordano <<Ma oggi sento che è come un figlio anche per la Calabria, e questo non solo mi onora e rende felice, ma mi fa pensare che, proprio come i figli, anche questa creatura potrà volare da sola! Senza metafore voglio dire che, se un lungo percorso è stato già fatto e i risultati della benevolenza del pubblico e dei media, nonché il consenso entusiasta di grandi artisti – sia in Calabria sia in contesti nazionali ed internazionali – ci confortano, siamo altresì consapevoli che tanta strada ancora si può e si deve fare, affinché questo Festival sempre più rappresenti per la Regione un’opportunità forte di sviluppo culturale e sociale, di indotto economico, e soprattutto di credibilità e visibilità nel mondo. Auspichiamo anche che il profilo sempre più internazionale che stiamo perseguendo nonostante le note criticità del settore culturale, ma anche le strategie più orientate all’impresa culturale, possano presto innescare l’attenzione dei grandi sponsor privati e, ovviamente, l’imprescindibile incremento del sostegno pubblico. In ogni caso la nostra mission è sostenuta innanzitutto dal nostro pubblico, a cui riserveremo sempre più attenzione per ampliarlo e motivarlo nel segno dell’Arte e della Cultura. Un pensiero rivolgo, da presidente della Fondazione Armonie d’Arte che realizza il Festival, a tutti i partner e soprattutto a tutto lo staff, formato anche da tanti giovani che consentono i risultati con passione, dedizione e pazienza anche nei momenti più difficili: loro sono il Festival! Quanto al titolo tengo a sottolineare che “DUETS” ( il duetto e la dualità a cui farà riferimento tutta la programmazione) e il richiamo al pensiero socratico “il dialogo è il sommo bene”, è per noi il contraltare al tempo dei nuovi muri, delle insofferenze e delle barriere valoriali. Così anche un Festival può rappresentare un luogo della conciliazione che diventa possibile attraverso l'”armonia delle arti” e la Bellezza, connotazioni di un rinnovato umanesimo.>>

Con questa nuova immagine il Festival vuole sottolineare, nel mondo dei conflitti, degli estremismi e degli antichi e nuovi muri, le infinite possibilità del dialogo che la contaminazione e l’armonia delle arti ben sintetizza ed esemplifica in un paradigma di bellezza.

La dualità dunque sarà al centro della programmazione che anche quest’anno, in linea con il passato, sarà strutturata in FOCUS:

BLU – il Sound internazionale; VERDE – Terre del Sud, Terre di Mediterraneo; ROSSO – Scolacium guarda il mondo, Il dialogo interculturale; VIOLA – Gli anniversari dei grandi uomini e le grandi azioni; MARRONE – Protagonisti nel tempo; GIALLO – Divertissement e Ars.

Il Focus ARANCIONE sarà invece dedicato ai progetti speciali che saranno dedicati agli aspetti più sentiti della popolazione come il sentimento religioso e il sostegno ad disagio.

Il primo grande e strepitoso DUET’S sarà all’inaugurazione del Festival il 27 giugno 2017 con il grande evento del Tour mondiale dei 2Cellos, inserito nel Focus Blu.

Elton John ha detto di loro: “Andate a vederli dal vivo, perché è davvero sorprendente! Non ricordo di aver visto nulla di eccitante come loro, da quando ho visto Jimi Hendrix in clima innovativo negli anni ’60 …”.

I giovani violoncellisti croati Luka Sulic e Stjepan Hauser, insieme noti appunto come 2Cellos, hanno raggiunto un successo clamoroso portando il violoncello verso nuovi confini; il loro stile infatti ha abbattuto i confini tra i generi musicali, dalla musica classica e a quella da film, dal pop al rock. Grande esempio di dialettica creativa fra i generi musicali. I 2Cellos non hanno limiti quando si tratta di suonare dal vivo e sono altrettanto impressionanti quando suonano Bach e Vivaldi o altri diversissimi repertori. I loro video su YouTube sono diventati sensazionalmente virali e così hanno portato ad un contratto discografico con la Sony Masterworks e un invito a unirsi a Sir Elton John per il suo tour mondiale.

Inoltre, grazie all’importante vicinanza e accordo con Kikka Ricchio (già direttore dell’Archivio Ricordi, membro del CdA della SIAE, direttore dei più importanti allestimenti museali in Europa, Australia e America), che ha recentemente visitato Scolacium, ogni anno sarà inserita nel Festival una mostra di profilo internazionale; per il 2017 è in fase di definizione tecnica e istituzionale la prestigiosa mostra di BACON “ THE POPE” al Complesso monumentale San Giovanni, nel cuore cittadino di Catanzaro in collaborazione con il Comune del capoluogo.

Essere inseriti nel calendario ufficiale del tour mondiale dei 2CELLOS ha imposto un’accelerazione dei tempi, e da qui oggi l’urgenza di lanciare a voi tutti la notizia, addirittura prima della presentazione del Festival nella sua interezza che avverrà a brevissimo a Milano. L’annuncio del tour completo mondiale dei 2Cellos, infatti, avverrà a brevissimo e poco dopo anche il ticketing dell’evento del 27 giugno a Scolacium su scala internazionale, grazie agli accordi con società leader del settore che permetteranno di entrare nel circuito di biglietteria capace di intercettare il grande pubblico.

E non è tutto: tale operazione consentirà di rientrare nella comunicazione mondiale ufficiale del Tour, che vedrà Scolacium inserita al suo interno, e in tal modo il Festival rientrare nei più grandi circuiti di festival e rassegne culturali di maggiore prestigio. A tutti gli effetti si tratta di un’operazione di internazionalizzazione.

Con questo evento si inaugura dunque la nuova linea gestionale di Armonie d’Arte Festival: tra le altre azioni si coniugherà fortemente il ticketing con la comunicazione in modo da massimizzare gli esiti dell’una e dell’altra. E’ infatti in ultimazione l’accordo con importante società di settore che peraltro gestisce ambiti affini ( Arena di Verona, Teatro San Carlo, Filarmonica della Scala.) e che consentirà anche grande visibilità sui circuiti bancomat nazionali di Unicredit proponendo il Festival all’attenzione dei propri utenti allo sportello bancomat dandogli la possibilità di acquistare direttamente il biglietto.

Oltre agli accordi sul territorio con agenti di viaggio, è siglato un accordo importante con “Sipario musicale” il Tour operator specializzato nell’organizzazione di viaggi per chi ama l’Arte e la Musica, da 20 anni leader nel panorama musicale internazionale e punto di riferimento per gli operatori del settore. Il Sipario Musicale ha le chiavi per partecipare agli eventi musicali più esclusivi e aprire le porte dei più ambiti Teatri d’Opera in Italia e nel mondo e la sua utenza, di gruppo o individuale, potrà essere una grande opportunità anche per il Festival o per la Calabria.

Grazie all’azione di ENIT (Agenzia Nazionale del Turismo), ed al suo accordo con AGIS e Italia Festival, Armonie d’Arte assieme ai più grandi eventi culturali italiani, avrà uno spazio di visibilità alle più importanti Fiere Internazionali di settore e specificatamente a Berlino, Mosca, Dubai, Sidney, Melbourne, Tokio, dimostrando e confermando la sua capacità di interloquire con le più autorevoli voci del panorama culturale italiano e internazionale.

Ringraziamenti speciali al Comitato di indirizzo della FONDAZIONE ARMONIE D’ARTE: Fondazione UMG, Provincia di Catanzaro, Comune di Borgia, e speriamo a breve anche il Comune di Catanzaro per il dialogo sempre aperto e disponibile alla sinergia operativa;

Alla BCC Centro Calabria – baking partner che ha compreso e sostiene il difficile percorso di un’impresa culturale in questo territorio, a tutto vantaggio di una visione moderna e competitiva di sviluppo;

Alla Fondazione Rocco Guglielmo con la quale è stata recentemente siglata la partnership F2A: Due Fondazioni – una formula per la Cultura , e grazie alla quale sarà possibile un allestimento autoriale di ainstallazioni anche a Scolacium la prossima estate .

Ad Orme nel Parco per l’accordo “Cultura e Natura Due parchi per la Calabria “di sinergia operativa: a breve il lancio di una card per i Due Parchi con vantaggi e scontistica in vasta rete di esercizi commerciali.

Alla Talotta Building, peraltro appena entrata nella compagine societaria della Fondazione, per il supporto tecnico logistico che favorirà la migliore fruibilità del festival per il pubblico.

Un pensiero particolare la Fondazione rivolge a tutto lo staff, con competenze altissime e grande spirito di collaborazione, soprattutto formato anche da tanti giovani che consentono i risultati con passione, dedizione e pazienza anche nei momenti più difficili: tutti loro sono il Festival!

 

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *