AULULARIA

AULULARIA

  • 21 agosto

  • Ora: 21.30
  • Luogo: Arena Plautina

Il Plautus Festival

presenta

gli attori del

Laboratorio Teatrale del Plautus Festival

in

AULULARIA

di Tito Maccio Plauto

Regia di

Cristiano Roccamo

____________________________________

Aulularia (“La commedia della pentola”) è ritenuta comunemente posteriore al 195, viene datata al 194 o al 191 a.C.; deriva il titolo da una pentola al centro della storia, giuntaci priva della conclusione.
Euclione, un vecchio avaro, ha trovato una pentola piena d’oro che custodisce gelosamente nel timore che gli venga sottratta. Il giovane Liconide è innamorato della figlia di Euclione, Fedra, ma questa, non avendo una dote, è stata promessa in sposa dal padre a Megadoro, un vicino di casa disposto a sposarla comunque. Liconide fa rubare dal proprio servo il tesoretto, salvo poi restituirlo, ottenendo di poter sposare la ragazza.

____________________________________

Il Laboratorio Teatrale del Plautus Festival
Quale attività di Produzione del Festival, nel 2018 si rinnoverà l’esperienza del Laboratorio Teatrale, finalizzato alla messa in scena di una commedia plautina, quest’anno AULULARIA.
Il laboratorio interesserà sei giovani di età compresa fra i 18 ed i 35 anni selezionati a seguito pubblicazione di un apposito bando pubblico.
Il Laboratorio si propone di:
– favorire la produzione teatrale e consentire ad un pubblico, il più ampio possibile, di accedere all’esperienza teatrale;
– promuovere tramite la produzione teatrale diretta, la qualità, l’innovazione, la ricerca, la sperimentazione, nuove tecniche e nuovi stili, anche favorendo il ricambio generazionale;
– promuovere la valorizzazione del repertorio teatrale classico, con particolare riguardo al teatro di Plauto;
– valorizzazione dei giovani attori.
Lo scopo finale del Laboratorio è quello di giungere ogni anno alla produzione diretta di una commedia di Plauto con la presenza di noti attori oltre agli allievi del Laboratorio.
La partecipazione al Laboratorio è completamente gratuita.
La direzione del Laboratorio è affidata al Direttore Artistico del Festival, il quale nel corso di questi anni ha dato prova di ottime capacità professionali ed umane, aspetto quest’ultimo non secondario in relazione alle particolari esigenze che richiede l’allestimento di uno spettacolo con giovani attori, anche non professionisti.
L’iniziativa del Laboratorio, che comporta un impegno decisamente notevole per il Comune, trova giustificazione non solo dal rispetto della tradizione teatrale di Sarsina, ma anche dal fatto che con la produzione diretta, il progetto del Plautus Festival riesce ad assumere una completezza ed una organicità unica.
Al migliore attore del Laboratorio Teatrale sarà assegnato, da una apposita giuria, il “PREMIO NAZIONALE TEATRALE T.M. PLAUTO“.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *