Italiafestival difende l’autonomia creativa del SANTARCANGELO FESTIVAL

Italiafestival difende l’autonomia creativa del SANTARCANGELO FESTIVAL

Eccellenze internazionali come il SANTARCANGELO FESTIVAL non hanno bisogno di ulteriori attenzioni mediatiche, è infatti caduto nel vuoto lo spudorato attacco di qualche esponente politico nei confronti dell’edizione 2017. Subissati da cori di sdegno levati del mondo culturale, sono stati gli interventi istituzionali di un parlamentare e di un consigliere regionale che hanno aspramente criticato alcune scelte artistiche del programma chiedendo al Ministro Franceschini un Suo intervento per “… definire un sistema di vigilanza su eventi culturali …” come il SANTARCANGELO FESTIVAL.

Rimandiamo al variegato mondo del web l’approfondimento sul caso da parte di chi si fosse distratto, ITALIAFESTIVAL si affianca all’operato di tutto lo staff di uno dei festival più importanti in Europa.

Il Festival di Santarcangelo è un’eccellenza internazionale – evidenzia il presidente di Italiafestival, Francesco Maria Perrotta – non a caso è stato assegnatario dell’EFFE AWARD 2016, segnale inconfutabile dell’energia culturale che emana in ogni edizione. Italiafestival è disponibile per difendere in tutte le sedi l’autonomia creativa di tutti i festival associati e si associa allo sdegno della comunità culturale tutta che si oppone alle critiche infondate degli ultimi giorni.

Le peculiarità del SANTARCANGELO FESTIVAL sono comuni a poche realtà culturali internazionali, tra le tante, crea spazi in cui le cose accadono, in cui le idee sono messe in discussione evitando prodotti artistici finiti commissionando e coproducendo progetti che hanno alla base il rapporto tra arte e città, tra arte e dimensione pubblica, sia nell’approccio agli spazi fisici sia nelle traiettorie di ricerca tematiche e artistiche. Crea energia pulsante che parte dai cittadini coinvolti negli allestimenti e si irradia, attraverso gli artisti, nel pubblico sempre più numeroso anno dopo anno che ne resta favorevolmente contagiato.

Eva Neklyaeva e Lisa Gilardino su interrogazioni parlamentari e regionali