Nuova legge di stabilità e modifiche decreto FUS

Nuova legge di stabilità e modifiche decreto FUS

Le difficoltà segnalate da molti Festival riguardo il decreto di assegnazione delle risorse del FUS 2015 sono state analizzate dal MiBACT che ha accolto parte delle istanze avanzate da Italiafestival e dall’Agis. Pertanto in attesa della pubblicazione del nuovo decreto FUS si evidenziano, tra gli altri, i seguenti punti:

  • Lo slittamento del termine ultimo per l’invio delle domande, inizialmente previsto per il 31/01/2016. Da fonti ministeriali si è appreso che probabilmente slitterà alla prima settimana di marzo in quanto non ci saranno più 60 giorni di tempo dalla pubblicazione ma presumibilmente 30/40 gg..
  • Estensione del tetto minimo, di contributo FUS 2016, del 70 % rispetto al 2015.
  • Lo slittamento al 30 settembre del termine per il pagamento delle spese ammissibili da rendicontare.

In ogni caso notizie più dettagliate si potranno avere dopo l’esame della bozza di decreto da parte della Conferenza Unificata Stato – Regioni che dovrebbe pronunciarsi il prossimo 21 gennaio.

E’ molto importante evidenziare altresì quanto inserito nella legge di Stabilità che prevede alcune significative norme che accolgono importanti proposte avanzate da Italiafestival nell’incontro dello scorso novembre con il Direttore Generale Cutaia del MiBACT. Infatti nell’allegare il testo della circolare AGIS n. 69 del 23/12/2015 che riporta tutte le novità legislative in materia, è il caso di evidenziare quanto previsto dal comma 359 in merito alla autorizzazione di spesa al MiBACT di 1 milione di euro per il triennio 2016/2018 per il finanziamento in favore di festival, cori e bande con fondi extra FUS. Ricordo che vi era stata una specifica richiesta in tal senso da parte di Italiafestival e di alcuni soci, ciò al fine di recuperare alcune storture che si sono verificate a seguito dell’applicazione del nuovo decreto FUS.

Circolare n. 69 del 23.12.2015 – Legge di stabilità e Legge di bilancio 2016