Traiettorie 2016 – Concerto Selene Framarin e Alfonso Alberti

Traiettorie 2016 – Concerto Selene Framarin e Alfonso Alberti

Traiettorie 2016 – Concerto Selene Framarin e Alfonso Alberti
XXVI Rassegna Internazionale di Musica Moderna e Contemporanea

Sabato 22 ottobre 2016
Sala dei Concerti della Casa della Musica, ore 20:30

Selene Framarin e Alfonso Alberti
con il supporto di SIAE / Progetto “SIAE – Classici di Oggi”

Programma della serata:

Luciano Berio (1925-2003)
Sequenza IX (1980)
per clarinetto

John Cage (1912-1992)
The Wonderful Widow of Eighteen Springs (1942)
per voce e pianoforte chiuso

Federico Gardella (1979)
Solo gli sguardi (2016)
per clarinetto e pianoforte
**Prima esecuzione assoluta – Commissione Traiettorie 2016

Olivier Messiaen (1908-1992)
I. Le rouge-gorge
per pianoforte
da Petites esquisses d’oiseaux (1985)

attacca:
Daniele Bravi (1974)
Infrared reflectography (2014)
per clarinetto e pianoforte

attacca:
Olivier Messiaen
III. Le rouge-gorge
per pianoforte
da Petites esquisses d’oiseaux (1985)

Alban Berg (1885-1935)
Vier Stücke op. 5 (1913)
per clarinetto e pianoforte

Robert HP Platz (1951)
Text (aus Stille) (1980)
per clarinetto e pianoforte

Riccardo Panfili (1979)
Solo per tre (2011)
per pianoforte

Yoichi Sugiyama (1969)
Amë nö Fï (2014)
per clarinetto e pianoforte

Selene Framarin, clarinetto
Alfonso Alberti, pianoforte

È un programma particolare quello che impreziosisce la settima delle tredici serate di Traiettorie 2016, ventiseiesima edizione della rassegna internazionale di musica moderna e contemporanea ideata e diretta da Martino Traversa e organizzata da Fondazione Prometeo. Sabato 22 ottobre alle ore 20:30 nella sala dei concerti della Casa della Musica a Parma tornerà il pianista Alfonso Alberti, ormai una delle presenze più applaudite e frequenti della rassegna, questa volta in duo con la clarinettista aostana Selene Framarin, in un mosaico di pezzi per questi due strumenti, da soli e in coppia.
È per clarinetto solo la celebre «Sequenza IX» (1980) di Luciano Berio che aprirà la serata, uno studio sulle potenzialità tridimensionali della melodia; per pianoforte solo sono i due pezzi scelti da Alberti dalla raccolta «Petites esquisses d’oiseaux» che Olivier Messiaen dedicò alla moglie nel 1985, e le piccole visioni di «Solo per tre» (2011) del trentasettenne compositore ternano Riccardo Panfili.
Ma il grosso del concerto è tutto nel ritratto del duo clarinetto-pianoforte, cioè di due colori caldi, capaci di essere dolci e violenti allo stesso tempo e di saper stimolare l’inventiva di menti molto diverse, se pensiamo che qui si toccano i «Vier Stücke» op. 5 di Berg del 1913, «Text (aus Stille)» (1980) di Robert HP Platz e due pezzi del 2014, uno di Daniele Bravi («Infrared reflectography») e uno di Yoichi Sugiyama («Amë nö Fï»), oltre a un pezzo nuovissimo di Federico Gardella commissionato da Traiettorie e qui presentato da Framarin e Alberti in prima assoluta. Unica singolare eccezione alla traccia di questa sera è «The wonderful widow of eighteen springs», un severissimo pezzo di John Cage del 1942 per voce (in questo caso, quella della clarinettista stessa) e pianoforte chiuso.
Selene Framarin suona spesso in duo con la pianista Aska Carmen Saito e in ensemble con Divertimento Ensemble e Ensemble Risognanze, con l’Orchestra della Valle d’Aosta, l’Orchestra da camera MilanoClassica e con l’Orchestra Internazionale d’Italia. Alfonso Alberti svolge un’intensa attività di pianista in Europa e Stati Uniti e da anni si dedica alla musica sia sotto il profilo esecutivo sia da studioso (ha pubblicato monografie su Niccolò Castiglioni, Vladimir Horowitz e sulle Sonate di Debussy). Ha registrato l’integrale per pianoforte solo di Castiglioni e musiche per pianoforte solo di Gérard Pesson, oltre ad aver eseguito moltissimi pezzi in prima assoluta di autori come Gervasoni, Solbiati, Traversa, Giuliano, Lombardi, Gaslini, Pesson, Sinopoli, Melchiorre.

Biglietteria
Biglietteria il giorno del concerto presso la Reception della Casa della Musica (P.le San Francesco, 1) a partire dalle ore 19:30, con possibilità di prenotazione telefonica ai recapiti della Fondazione Prometeo: i biglietti prenotati telefonicamente si potranno ritirare la sera stessa presentandosi con utile anticipo.

Fondazione Prometeo: tel. 0521 708899 – 348 1410292, e-mail: info@fondazioneprometeo.org
Casa della Musica: tel. 0521 031170

Costi dei biglietti
Intero:                           € 15
Ridotto generico:          € 10 (over 65 e soci TCI)
Ridotto studenti:           € 5 (studenti universitari e del Conservatorio)
Omaggio:                     under 18 e titolari FP Card

Link utili
http://www.fondazioneprometeo.org
https://www.facebook.com/traiettorieparma
https://twitter.com/f_prometeo