TAROCCHI rotte di visioni e svelamenti

TAROCCHI rotte di visioni e svelamenti

28 agosto ore 22.00

TAROCCHI

rotte di visioni e svelamenti

da Italo Calvino a Claude Debussy

 

Giovanni Mazzuca pianoforte

Giuseppe Arnaboldi violino

Francesco Salime sassofoni

Pietro Grande violoncello

 

Daniela Vitale voce recitante

Filippo Stabile e Elena Mandolito danzatori

 

Trascrizioni di Giovanni Mazzuca

Testi di Italo Calvino da “Il Castello dei Destini incrociati”

Coreografie di Filippo Stabile

Regia Emanuela Bianchi

 

Produzione originale in prima assoluta di Armonie d’Arte Festival

 

A volte la musica, nella sua cifra di potenza immateriale, riesce a trasfigurare il senso e la direzione di ogni segno e ogni racconto; altre volte riesce a trovare il respiro comune tra mondi apparentemente lontanissimi, e ad intersecarli così da crearne di nuovi, e suggestivi, evocativi, significanti a loro volta.

In questa produzione originale del Festival, una sapientissima e raffinatissima trascrizione strumentale di pagine molto molto note e amate, non interpreta didascalicamente ma rimescola e nel magma emozionale segue rotte di visioni e svelamenti lungo un repertorio di simboli e narrazione che indagano l’imprevedibilità e il mistero della vita.

Quei tarocchi che in coerenza con il tema, nati già nell’antico Egitto e poi sulle rotte mediterranee arrivati in Europa (a Marsiglia le carte più note), diventano così lo spunto di un gioco creativo tanto lirico quanto effervescente, tanto ineffabile quanto materico, e che cattura, come si dice, “anima e corpo”.

I biglietti sono acquistabili sul sito www.armoniedarte.com. Inoltre, la segreteria del Festival è aperta al Parco Scolacium tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 19, tranne il lunedi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *