Norma

Norma

Trilogia d’autunno
progetto ideato e a cura di Cristina Mazzavillani Muti

Norma

tragedia lirica in due atti
libretto di Felice Romani
dalla tragedia Norma, ou L’infanticide di Louis-Alexandre Soumet
musica di Vincenzo Bellini
Universal Music Publishing Ricordi srl, Milano


Pollione 
Giuseppe Tommaso
Oroveso Antonio Di Matteo
Norma 
Vittoria Yeo
Adalgisa
 Asude Karayavuz
Clotilde Erica Cortese
Flavio Riccardo Rados

direttore Alessandro Benigni
regia Cristina Mazzavillani Muti
scene e visual designer Ezio Antonelli
light designer Vincent Longuemare
video programmer 
Davide Broccoli
costumi Alessandro Lai

Orchestra Giovanile Luigi Cherubini
Coro Luigi Cherubini
Coro Lirico Marchigiano Vincenzo Bellini

maestro del coro Antonio Greco

DanzActori Trilogia d’Autunno

Nuovo allestimento
Coproduzione Ravenna Festival, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro Galli di Rimini


Tre donne straordinarie, tre diversi stili, tre momenti inconfondibili di uno stesso secolo. Il respiro purissimo del belcanto che Bellini esprime in Norma (1831) è seguito dai vertici del melodramma ottocentesco con Aida (1871) di Verdi. Passano quattro soli anni e quel mondo nuovo che lo stesso Verdi sente nell’aria, e che lo spingerà a un lungo silenzio, comincia a prender corpo nel capolavoro di Bizet, negli impeti irresistibili di Carmen – non è ancora verismo ma già se ne intravede il grido. In un insospettato gioco di rimandi, colori belliniani si insinuano nella partitura verdiana che a sua volta anticipa bagliori di gesti futuri. A unire tre donne capaci di affrontare la morte, affermando la scelta assoluta di fronte al proprio destino: alla fede, all’amore, alla libertà.

È oramai un “format” collaudato quello della trilogia d’autunno: tre opere diverse si susseguono a ritmi serrati, una sera dopo l’altra, sullo stesso palcoscenico. La macchina teatrale scompone e ricompone la scena, la trasforma e rinnova giocando sul filo dell’invenzione e della creatività, in un efficace mix di giovani talenti, solida esperienza e moderne tecnologie. Tre inedite produzioni danno corpo e voce a tre leggendarie protagoniste dell’opera in musica: se il dramma di Norma pulsa nel segno metafisico di ingombranti ed eloquenti simboli, attraversati da ombre e fantasmi, la vicenda di Aida è immersa nell’evocativa, cangiante e magniloquente dimensione di immagini virtuali, mentre la tragedia di Carmen si dipana in un buio inquieto, solcato da lame di luce che narrano di rosso, di carne, di morte.

Organizzatore: Ravenna Festival

Data: 08/11/2019 - Ora: 20:30 - 23:30

Luogo: via Angelo Mariani 2 - CAP 48121 - Ravenna (Ravenna) - Emilia Romagna

Sto caricando la mappa ....

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *