L’IMPATTO DEGLI EVENTI CULTURALI E DI SPETTACOLO SULL’ECONOMIA DEL TERRITORIO

L’IMPATTO DEGLI EVENTI CULTURALI E DI SPETTACOLO SULL’ECONOMIA DEL TERRITORIO

Sul territorio ogni euro speso ne genera 1,7 di produzione di beni intermedi e 2,4 di valore aggiunto. Gli eventi culturali e dello spettacolo stimolano l’economia e generano ricchezza nel territorio, sono in pratica un motore di consumi e di crescita. 

La ricerca condotta dall’Università Iulm per Agis sottolinea in modo inequivocabile il valore della cultura e dello spettacolo italiano in termini di ricaduta economica sui territori.

I festival e gli eventi di musica live generano un moltiplicatore più ampio grazie alle spese effettuate dai turisti nelle località dove si svolge l’attività culturale. Le spese sostenute dagli spettatori possono anche essere rilevanti e comprendono il soggiorno, il consumo di pasti, spese culturali legate o meno all’evento, shopping e acquisto di prodotti locali, ecc.

Gli eventi culturali e dello spettacolo stimolano l’economia e generano ricchezza nel territorio, sono in pratica un motore di consumi e di crescita.  Ogni euro speso nella gestione di una struttura cinematografica o teatrale genera 1,7 euro di produzione di beni intermedi sul territorio e 2,4 euro di valore aggiunto. Il 68% degli spettatori dichiara che l’uscita per assistere ad uno spettacolo teatrale o cinematografico è in genere un’occasione per altre spese. Oltre al biglietto di ingresso, l’attività di cinema e teatro genera, infatti, una spesa media a spettatore di 53 euro (cioè 5 volte il prezzo d’ingresso in una sala cinematografica e circa il doppio del prezzo di un ingresso al teatro).

Link utili:

Ricerca Definitiva

sintesi indagine Agis-IULM

Focus su Roma e provincia

CS – AGIS SU DICHIARAZIONE BONISOLI CINEMA